Karl von Clausewitz (1780-1831)

Brano tratto da "Della Guerra", traduzione di Bollati & Canevari, Mondadori, 1970


Ma pensiamo di avvicinarci maggiormente alla verità ammettendo che la capacità di sottomettersi all'intelligenza malgrado le più violente emozioni, che chiameremo facoltà di dominarsi, trovi origine nel cuore. E' un nuovo sentimento, che nelle anime forti fa equilibrio all'eccitamento delle passioni, senza distruggerle, e mediante tale equilibrio assicura il primato dell'intelligenza.
Questo contrappeso alle passioni non é altro che il sentimento della dignità dell'uomo, quella nobile fierezza, quel bisogno intimo dell'anima di agire dovunque come un essere dotato di intelligenza e di ragione. Potremo perciò dire che carattere forte é quello che conserva l'equilibrio nonostante le più violente emozioni.