J. Wolfgang Goethe (1749-1832)

Brano tratto da "I dolori del giovane Werther", traduzione di Amina Pandolfi, Bompiani, 1987


Mi avvedo, mi avvedo che il destino mi riserva dure prove. Ma coraggio! Un animo lieto sopporta ogni cosa! Un animo lieto? Mi vien da ridere al pensiero che questa espressione mi possa uscire dalla penna. Oh, un animo un po' più spensierato farebbe di me la creatura più felice sotto il sole. Ma come! Mentre altri vanno in giro pavoneggiandosi per quel poco di forza e di talento che hanno, dovrei io disperare delle mie energie, delle mie doti? Buon Dio, che mi hai dato tutto, perché non ti sei tenuto la metà dei tuoi doni e non mi hai dato in cambio un po' di fiducia in me stesso e di capacità di contentarmi?